Cerca
martedì 26 settembre 2017 ..:: Eventi ludici ::..   Login
 Eventi in calendario per l'ALR Riduci

 
  Oggi  Visualizza Data: 

agosettembre 2017ott
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678

 


Visualizza MeseVisualizza Mese  Visualizza SettimanaVisualizza Settimana  Elenco EventiElenco Eventi   Syndicate   Stampa   

 Eventi ludici segnalati all'ALR Riduci


 Stampa   

 News "Giochi da Tavolo" Riduci


Zero Gravity – Miniature magnetiche nell'arena!
<p> <img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/scatole//CoverZeroGravity.jpg" style="margin: 3px; width: 250px; height: 218px; float: left;" />Ammettiamolo: le miniature esercitano un fascino magnetico sulla stragrande maggioranza dei giocatori <em>ameritrash</em> e su molti altri abitanti dell&rsquo;universo ludico. Non per nulla tanti progetti di boardgame presentati nell&rsquo;ormai quasi inflazionato <em>crowdfunding</em> includono miniature a secchiate &ndash; quasi sempre molto ben realizzate, grazie agli sviluppi delle tecnologie di stampa 3D e al fiorire di fabbriche dedicate. A proposito di magnetismo, tuttavia, in pochi hanno pensato a realizzarle magnetiche, per quanto nel mondo dell&rsquo;hobby &ldquo;miniaturistico&rdquo; i magneti rivestono una notevole importanza ed esistano diversi divertenti boardgame con plance magnetiche (per esempio Fluch der Mumie). Ebbene, grazie alla <a href="http://www.districtgames.it/"><strong>District Games</strong></a> oggi possiamo guardare con fiducia ad un futuro in cui le miniature controlleranno anche le plance magnetiche, sfidando le leggi di gravit&agrave;&hellip; in 3D!</p>

Tra breve in Italia! Le uscite di settembre 2017
<p> <img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/social/bgshopsocial.jpg" style="width: 300px; height: 130px; margin: 3px; float: left;" />Seconda met&agrave; di settembre e le uscite in Italia non presentano molte novit&agrave;. Sappiamo tutti che ci si sta avvicinando agli appuntamenti&nbsp;<em>clou</em>&nbsp;della stagione, fiera di Essen e festival di Lucca, la cui preparazione richiede agli editori ogni stilla di energia e concentrazione.<br /> Ma non mancano comunque le proposte meritevoli della vostra attenzione, a partire dal primo titolo di un nuovo editore italiano,&nbsp;<em>Spaceballoon Games</em>, per arrivare al nuovo gioco della Devir che ha assunto il nome di un altro titolo di Knizia, ma che invece &egrave; la riedizione di un gioco &ldquo;gateway&rdquo; di un paio di anni fa dal titolo originale di&nbsp;<em>Lanterns: The Harvest Festival</em>.<br /> E ovviamente, ci sono le consuete espansioni a supporto di vari LCG, GDR e simili.<br /> <br /> Buona selezione e buon gioco a tutte/i.<br /> Ci risentiamo tra 15 giorni!</p>

Alien Artifacts - conquista ed esplora lo spazio in meno di un'ora!
<p> <img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/scatole//AlienArtifactsCover.jpg" style="width: 250px; height: 250px; margin: 3px; float: left;" />Ammettiamolo: i giochi <strong>4X</strong> (eXplore, eXpand, eXterminate, eXploit) esercitano un fascino magnetico su moltissimi giocatori. La possibilit&agrave; di controllare un&rsquo;intera civilt&agrave;, costruire flotte di astronavi, esplorare infiniti pianeti, ricercare tecnologie e &ndash; ci piaccia o no &ndash; guerreggiare a colpi di mass driver e cannoni fotonici d&agrave; quella sensazione di quasi onnipotenza che solletica l&rsquo;ego da Cesare di ognuno di noi. Le variabili necessarie ad una tale esperienza, per&ograve;, sono davvero tante, ed &egrave; sempre complicato ricrearle in un gioco da tavolo, soprattutto se di breve durata &ndash; da questo punto di vista, la pietra di paragone per i 4X da tavolo resta infatti il colossale Twilight Imperium della Fantasy Flight Games.</p> <p> Tuttavia, ci sono stati diversi altri tentativi di &ldquo;<strong>ridurre</strong>&rdquo; ad un&rsquo;esperienza pi&ugrave; contenuta temporalmente questo genere ludico, come per esempio Tiny Epic Galaxies; la Portal, nota casa editrice polacca, cambia formato e tenta di offrirci un&rsquo;esperienza 4X che si possa giocare in circa un&rsquo;ora, <strong>basata esclusivamente sulle carte</strong>. Nasce cos&igrave; <a href="http://portalgames.pl/en/all-game-list/alien-artifacts/" target="_blank"><strong>Alien Artifacts</strong></a>, un gioco per 2-4 gocatori a firma Marcin Senior Ropka e Viola Kijowska, in cui si cerca di competere per ottenere pi&ugrave; punti vittoria degli altri gestendo al meglio la propria mano di carte, il tutto all&rsquo;incirca in un&rsquo;ora di gioco.</p>

Ex libris - Bibliofilia in versione eurogame
<p> <strong><img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/scatole//ExLibrisCover.png" style="width: 251px; height: 251px; margin: 3px; float: left;" />Libri</strong>. I libri sono, quando ci si pensa, qualcosa di mistico &ndash; di <strong>magico</strong>, persino. Potete vivere, come diceva un noto autore, <strong>mille</strong> <strong>vite</strong> diverse leggendo libri e una vita senza libri &egrave; come una stanza buia e vuota. I libri hanno portato all&rsquo;ascesa ed alla caduta di dinastie ed imperi, hanno raccontato <strong>storie</strong> di miracoli e di vita quotidiana, di ricchezza e povert&agrave;, amore e odio, gloria e oblio. Ci sono persone che hanno <strong>ucciso</strong> per i libri e ci sono quelli che &ndash; come chi scrive &ndash; amano vivere <strong>circondati</strong> da essi.</p> <p> Eppure ci sono voluti anni perch&eacute; venisse proposto un gioco sulla <strong>collezione</strong> di libri rari. Certo, si tratta di un gioco tipicamente gestionale e il <strong>tema</strong> non &egrave; fondamentale durante la partita (nel regolamento &egrave; esplicitato che si pu&ograve; giocare tranquillamente senza badare alle illustrazioni dei libri sulle carte), per&ograve; sin dal titolo, <a href="http://www.renegadegamestudios.com/ex-libris" target="_blank"><strong>Ex Libris</strong></a>, si capisce che un bibliofilo difficilmente salter&agrave; questo titolo senza degnarlo di uno sguardo. D&rsquo;altronde - e chiunque abbia una collezione di libri lo sa bene - effettivamente gestire i propri scaffali e ordinarli ha un che di &ldquo;german game&rdquo;. Dopotutto, l&rsquo;unico evento casuale che possa modificare la vita media di uno scaffale &egrave; un&rsquo;invasione di artropodi golosi di carta, mentre quasi tutti noi bibliofili tendiamo all&rsquo;ossessivo-compulsivo e disponiamo i libri in maniera ordinata e precisa: l&rsquo;ideale per un gioco da tavolo &ldquo;alla tedesca&rdquo;, insomma.</p>

Omegha: l'invasione aliena è iniziata, la resistenza ha inizio!
<p> <img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/scatole//omegha_box.jpg" style="width: 250px; height: 250px; margin: 3px; float: left;" />Gli alieni hanno invaso il pianeta, vincendo una guerra resa facile dalle loro superiori tecnologie militari . Eppure, &egrave; nelle difficolt&agrave; che il genere umano riesce a trovare le proprie forze migliori. In un contesto in cui la lotta per la sopravvivenza &egrave; questione di ogni giorno, &egrave; possibile per certe persone elevarsi dal fango in cui sono state cacciate fino a giungere al rango di eroi.<br /> <br /> Questa &egrave; l&rsquo;ambientazione, dal gusto un po&rsquo; retr&ograve;, tratteggiata da Enzo Troiano nel suo fumetto <strong>Omegha</strong>, pubblicato da <a href="http://www.giochiuniti.it/" target="_blank">Giochi Uniti</a> nell&rsquo;ambito di un progetto che unisce il mondo delle nuvole parlanti con quello del gioco da tavolo. Dopo aver definito il setting tramite il primo volume del fumetto, ecco quindi che si affaccia anche il gioco d&rsquo;avventura che permetter&agrave; fino a quattro partecipanti di immergersi nelle atmosfere di Omegha. La coppia di autori, tutta italiana, &egrave; composta dall&rsquo;ormai noto <strong>Stefano Castelli </strong>(co-autore di <a href="http://www.gioconomicon.net/modules.php?name=News&amp;file=article&amp;sid=8736&amp;title=pozioni-esplosive" target="_blank">Pozioni Esplosive</a>, per dirne una) e dall&rsquo;emergente <strong>Diego Cerreti</strong> (<a href="http://www.gioconomicon.net/modules.php?name=News&amp;file=article&amp;sid=7803&amp;title=godz" target="_blank">Godz</a>).<br /> <br /> Ci siamo seduti al tavolo con loro, per vedere di fare i primi passi in questo avventuroso mondo.</p>

Misantropia
<p class="normal"> <img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/scatole//misantropia.png" style="width: 262px; height: 346px; margin: 3px; float: left;" />&ldquo;Sveglia e caff&eacute;, barba e bidet, presto che perdo il tram!&rdquo;<br /> Cos&igrave; cantava nel 1976 un certo Paolo Villaggio, descrivendo l&rsquo;inizio di una grigia giornata lavorativa all&rsquo;interno di una altrettanto grigia carriera da impiegato, una vita da eterno sconfitto e subalterno. Beh, in quel caso il buon Paolo ci permetteva di ridere di lui, pur di una risata orribilmente amara, ma come opzione per sopravvivere a un simile contesto di vita c&rsquo;&egrave; pur sempre la scelta di abbracciare la Misantropia.<br /> Questa, in sintesi, &egrave; il tema del gioco Cosplayou, ma con l&rsquo;intento di ridere di noi stessi e delle nostre vite, delle immancabili sfortune che colgono noi tutti, ma anche (con quel pizzico di cattiveria che contraddistingue le tipiche lotte tra poveri) di esultare per le miserie altrui, o persino di esserne gli artefici. Il tutto in un party game illustrato da Daw!</p>

I finalisti del Gioco di Ruolo dell'Anno 2017 - Una poltrona per cinque
<p> <img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/loghi//LOGO_GDRDA_2017.jpg" style="width: 250px; height: 324px; margin: 3px; float: left;" />Dalla sua nascita, il premio <a href="http://www.giocodellanno.it/" target="_blank">Gioco di Ruolo dell&rsquo;Anno</a> ha visto crescere il suo impatto sul settore almeno quanto &egrave; cresciuto il numero di iscritti a questa competizione che, attraverso l&rsquo;impegno di una giuria formata da esperti, premia il gioco di ruolo pi&ugrave; significativo dell&rsquo;anno editoriale appena trascorso. Seguendo una tendenza ormai consolidata, che vede un&rsquo;impennata della qualit&agrave; media dei titoli proposti sul mercato, anche quest&rsquo;anno il roster ai nastri di partenza &egrave; stato particolarmente ricco: 17 titoli di estrazione e design molto diverso che si sono contesi il podio e hanno obbligato la giuria all&rsquo;ennesimo (ma immaginiamo divertente) <em>tour de force</em> ludico per la scelta dei finalisti. Come da programmazione, oggi sono stati resi noti i nomi dei giochi di ruolo che hanno superato la fase eliminatoria iniziale, una fase che gi&agrave; da sola, rappresenta un traguardo invidiabile. Seguendo quanto accaduto per il <a href="http://www.gioconomicon.net/modules.php?name=News&amp;file=article&amp;sid=9195&amp;title=gioco-dell-anno-2017-le-nomination-ci-portano-alla-stretta-finale" target="_blank">Gioco dell&rsquo;Anno</a>, quest&rsquo;anno avremo un podio allargato, in grado di ospitare cinque finalisti: <strong>7th Sea</strong> (Need Games), <strong>L&rsquo;Ultima Torcia</strong> (Serpentarium), <strong>Omen</strong> (Dreamlord Press), <strong>Symbaroum</strong> (GG Studio), <strong>Undying </strong>(Narrattiva)</p>

Gioco dell'Anno 2017: le nomination ci portano alla stretta finale
<p> <img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/loghi//LOGO_GDA_2017.jpg" style="width: 250px; height: 324px; margin: 3px; float: left;" />E&#39; finalmente giunto il pi&ugrave; importante periodo dell&#39;anno per quel che riguarda l&#39;editoria ludica italiana. Come noto, infatti, l&#39;inizio di settembre &egrave; il momento nel quale viene sollevato il velo sui nomi dei cinque finalisti che correranno per il titolo di <a href="http://www.giocodellanno.it/" target="_blank"><strong>Gioco dell&#39;Anno 2017</strong></a>.<br /> Dopo aver esaminato a fondo una miriade di candidati, la giuria ha espresso il suo verdetto facendo emergere i &quot;top five&quot; di quest&#39;annata.<br /> Prima di vederli per&ograve; &egrave; bene sempre sottolineare &ndash; <em>repetita iuvant</em> - che l&#39;istituzione di questo premio si pone l&#39;obiettivo di celebrare quei titoli che, vuoi per i materiali accattivanti, vuoi per la semplicit&agrave; del regolamento, o anche per l&#39;originalit&agrave; dell&#39;idea, risultano essere i <strong>migliori prodotti introduttivi</strong> al nostro hobby preferito.</p>

General's Handbook 2017: Age of Sigmar cambia nuovamente
<p> <img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/scatole//GeneralsHandbook2017ITA.jpg" style="width: 250px; height: 343px; margin: 3px; float: left;" />Come sappiamo, tra il 2014 ed il 2015 Games Workshop ha portato avanti la decisione cruciale di distruggere il vecchio mondo di Warhammer Fantasy Battle per <a href="http://www.gioconomicon.net/modules.php?name=News&amp;file=article&amp;sid=8172&amp;title=age-of-sigmar-morto-warhammer-viva-warhammer" target="_blank">rivoluzionarne le regole</a> e dar vita a un nuovo universo: Age of Sigmar. Tra le scelte pi&ugrave; controverse di questa edizione spicca l&#39;impegno iniziale da parte dell&rsquo;editore di Nottingham di ridurre il regolamento a 4 pagine scaricabili gratuitamente ed eliminare ogni sistema di punti per la costruzione delle armate.</p> <p> A met&agrave; del 2016, le numerose richieste da parte degli appassionati, le discussioni aperte sulle community specializzate e la nascita di sistemi di bilanciamento amatoriale hanno portato la GW a tornare sui suoi passi&nbsp; <a href="http://www.gioconomicon.net/modules.php?name=News&amp;file=article&amp;sid=8640&amp;title=age-of-sigmar-tornano-i-punti" target="_blank">e a pubblicare il primo General&rsquo;s Handbook</a> che introduceva nuovi modi per giocare le partite di AOS, tra cui &ndash; per l&#39;appunto - il reinserimento dei punti per partite bilanciate.</p> <p> Da qualche giorno, accompagnando l&#39;operazione con il claim: &ldquo;Game changing, again&rdquo;, Games Workshop ha nuovamente rivisto Warhammer Age of Sigmar con il General&rsquo;s handbook 2017 (nella versione italiana: Prontuario del generale 2017) e rispettando quanto promesso sulla pubblicazione annuale di un&rsquo;evoluzione del regolamento.</p> <p> Naturalmente non potevamo esimerci nell&rsquo;analisi di questo manuale. Vediamo quindi nel dettaglio cosa ci aspetta nel &ldquo;nuovo&rdquo; Age of Sigmar&hellip;</p>

Checkpoint Charlie
<p> <img alt="" src="http://www.gioconomicon.net/images/stories/scatole//CheckpointCharlieCover.jpg" style="width: 250px; height: 326px; margin: 3px; float: left;" />Nelle vicende della Guerra Fredda, &ldquo;Checkpoint Charlie&rdquo; &egrave; uno dei luoghi simbolo per eccellenza, al punto che il suo nome &egrave; stato associato anche a produzioni cinematografiche o musicali. Il pi&ugrave; celebre passaggio tra Berlino Ovest e Berlino Est, l&rsquo;avamposto tra due mondi contrapposti che per mezzo secolo hanno tenuto in scacco tutte le popolazioni del pianeta, era il crocevia in cui sarebbe potuta scoppiare da un momento all&rsquo;altro la Terza guerra mondiale.</p> <p> Mancava all&rsquo;appello un gioco da tavolo che riproponesse il famoso <em>monicker </em>anche nell&rsquo;universo dei tabletop. Ci ha dunque pensato Devir a realizzare un prodotto con questo titolo assai evocativo, in cui i giocatori dovranno stanare le spie nemiche anche se, va messo subito in chiaro, non siamo di fronte a una qualche rivisitazione di meccaniche in stile &ldquo;Twilight Struggle&rdquo; e i suoi tanti fratelli. Tutt&rsquo;altro: &ldquo;Checkpoint Charlie&rdquo;, nel mondo boardgame, si presenta fin dall&rsquo;involucro esterno come un gioco senza la pretesa di rivoluzionare il settore, con materiali limitati, un regolamento snello e una buona dose di ironia grazie anche all&rsquo;utilizzo degli animali nelle illustrazioni.</p>

 Stampa   

Copyright © Associazione Ludica Romana   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation